mercoledì 24 novembre 2010

Dessert in 10 minuti...

Pubblicato da Federica 12 commenti
Questa sera ho ospiti a cena due carissime amiche...
Ho preparato un dessert godurioso,facilissimo da fare e soprattutto molto veloce,davvero 10 minuti per farlo:la mousse all'amaretto!Sarà una piacevolissima serata casalinga,di quelle che piacciono tanto a me,tra sole donne:cenando davanti ad un bel film, spaparanzate sul divano,godendosi  la compagnia degli affetti più cari,qualche sano pettegolezzo e finendo il tutto in dolcezza con un dessert che verrà divorato in meno tempo di quanto si possa dire "mousse all'amaretto...."  ;)


MOUSSE ALL'AMARETTO
Ingredienti:
5 uova-10 cucchiai di zucchero-250 gr di mascarpone-250 ml di panna da montare-caffè della moka q.b.-amaretti secchi q.b.

Montate a neve ben ferma le chiare d'uovo con un pizzico di sale,sbattete i rossi d'uovo con lo zucchero semolato,unite il mascarpone ai due composti di uova mescolando con cura e amalgamando bene;a parte montate la panna fresca ben fredda di frigo e unitela poi al composto senza smontarla,dal basso verso l'alto;intanto preparate e zuccherate una moka di caffè e tuffateci dentro gli amaretti secchi;ponete alla base di ogni ciotolina un paio di amaretti imbevuti di caffè;versate sopra qualche cucchiaiata di crema e spolverate con degli amaretti spezzettati su ogni ciotolina per guarnire.


sabato 20 novembre 2010

Ode al burro!

Pubblicato da Federica 8 commenti
L'idea di questo blog covava in me da diverso tempo...la passione per la cucina,il piacere della scrittura,la voglia di condividere gli stessi gusti con chi ha i miei stessi interessi!! Poi una sera guardo il bellissimo film "Julie & Julia" con la strepitosa attrice Meryl Streep e l'idea si fa più definita,fino a trovare il coraggio di farlo sul serio...ed ecco che nasce "L'ora del tea" il mio blog di ricette e non solo,un piccolo spazio senza tante pretese ma solo con la voglia di far conoscere il mio mondo parallelo a quello dell'essere mamma,cioè quello fatto di forno,fornelli e profumo di burro!!

Immagine dal web

Questa commedia ambientata tra New York e Parigi,racconta di una giovane scrittrice mancata (Julie Powell interpretata da Amy Adams) che per evadere dalla sua monotona quotidianità decide di cimentarsi nel progetto di sperimentare in un anno tutte le 524 ricette contenute nel suo adorato libro di cucina "Mastering the art of French cooking" di Julia Child (alias Meryl Streep) e raccontare l'esperienza in un blog...
La storia viene raccontata in modo simmetrico tra i nostri giorni,dove la giovane scrittrice sperimenta ricette dal libro facendo i conti con l'inesperienza,il poco tempo e una minuscola cucina sullo sfondo di una splendida New York.....

Immagine dal web

....e gli anni 50 a Parigi,dove al seguito del marito diplomatico,si trova Julia Child che nel corso del suo soggiorno apprende la cucina francese alla famosa scuola "Cordon Bleu" al punto da poterla poi insegnare agli americani e scriverne un libro!!

Immagine dal web

Una delle scene del film che preferisco è quando Julie visita la casa di Julia e lascia un panetto di burro come cadeau in segno di ringraziamento,perchè se Julia non avesse scritto quel libro e Julie non lo avesse letto dopo tanti anni,non avrebbe mai potuto vivere questa avventura tra pentole e blog!!E siccome Julia Child era solita dire:
“Esiste niente di meglio del burro? Pensateci bene! Tutte le volte che assaggiate qualcosa che è squisito oltre ogni immaginazione e dite “Ma che cosa ci hanno messo?” la risposta quasi sempre sarà: il burro.”

Immagine dal web
Quale miglior dono di una sincera gratitudine accompagnata a mezzo kilo di burro?

lunedì 15 novembre 2010

Scones,cream and jam

Pubblicato da Federica 8 commenti


I protagonisti del classico tea inglese sono i scones,dei piccoli panini più o meno dolci da farcire con panna e marmellata,solitamente di fragole! Sto dietro a questa ricetta da un pò e devo dire che dopo diversi esperimenti non ero ancora soddisfatta del risultato finale,sapendo come sono realmente quelli inglesi e avendoli gustati in diverse occasioni sul posto,potevo confrontare obbiettivamente il mio risultato con quello originale...cosi ieri pomeriggio,approfittando di una tranquilla domenica in casa,mi sono messa a girare nel web alla ricerca della ricetta giusta e tra le tante ne ho sperimentata subito una che mi sembrava molto valida,cosi sono riuscita a sfornare dei dignitosi scones,giusto in tempo per l'ora del tea!!Per farcirli ho usato marmellata e panna montata,non avendo (ovviamente e purtroppo) la clotted cream,ovvero la classica accompagnatrice dei scones,da cui il nome"cream tea",in riferimento al tradizionale tea pomeridiano inglese,fatto per l'appunto di scones serviti caldi,una ciotolina di marmellata solitamente di fragole e una ciotolina di clotted cream fresca,il tutto ben accompagnato da pregiato tea fumante!!
La clotted cream,altro non è che dell'ottima panna,che dopo essere trattata a diverse temperature,assume  quasi la consistenza del burro,ma più delicata e cremosa;la migliore d'Inghilterra è quella delle regioni del Devon e Cornwall.

SCONES
Ingredienti:
250 gr di farina-2 cucchiaini di lievito-1 pizzico di sale-1 cucchiaio di zucchero semolato-1 uovo-60 gr di burro-150 ml di latte-panna montata e confettura di fragole.

Versate in una terrina la farina 00,mescolatela al lievito,un pizzico di sale fino e lo zucchero,poi unite l'uovo intero ed il burro a pezzettini,tenuto fuori frigo,infine versate a filo il latte;lavorate l'impasto velocemente sulla spianatoia infarinata,stendete la pasta alta circa 3 cm e con uno stampino tondo fate i vostri scones che porrete nella placca rivestita di carta da forno;spennellate la superficie con del tuorlo d'uovo sbattuto insieme ad un goccio di latte;infornate a 150° per circa 20 minuti;serviteli caldi accompagnando con panna montata e confettura di fragole.





lunedì 8 novembre 2010

Cotto e sfinito....

Pubblicato da Federica 5 commenti
Ero in libreria l'altro giorno e stavo curiosando tra gli scaffali dei libri di cucina,argomento del quale sono sempre interessata e tra foto e ricette,spesso mi perdo alla scoperta di qualcosa di gustosamente nuovo...ad un tratto mi capita fra le mani il libro della Parodi jr "Cotto e mangiato" una raccolta di sue (?) ricette tratte dalla trasmissione che conduce tutti i santi giorni durante il tg di studio aperto;ebbene leggo a grandi caratteri sulla copertina "Bestseller 800.000 copie vendute"!!
Questo vuol dire che in Italia ci sono 800.000 persone che credono che Benedetta Parodi sia una grande chef e che hanno comprato o regalato il suo libro,con la convinzione di diventare come lei o di trovare improbabili ricette (pasta alle more,pomodori e riso al microonde,tacchino in salsa tonnata allo yogurt,scampi a 7 euro del supermercato...) Apre le porte di casa sua al grido di "Benvenuti nella mia cucina",come fosse un avvertimento,tipo "lasciate ogni speranza o voi che entrate"!! E la mia speranza è quella di vedere in Italia una trasmissione di fornelli seria,non un'improvvisata dell'ultima ora che scalda cibi precotti,scongela verdure,srotola sfoglie pronte,coi figli che gironzolano sotto il tavolo e i cameraman che inciampano tra teglie da forno e cavi elettrici (ovvio la sua  cucina è grande quanto il mio ripostiglio delle scope,buia e datata,mi chiedo perchè non va all'Ikea e se ne compra una nuova?) Una cosa però obbiettivamente le rendo merito e cioè il fatto di ammettere di NON essere una cuoca professionista,quello che però NON capisco è perchè allora la gente comune lo pensa? E perchè al posto suo non ci mettono qualcuno di più qualificato? Gli attrezzi da cucina e le pentole che usa sono improponibili,i prodotti surgelati come base per ogni ricetta fanno arrossire i sostenitori di  slow food e poi quella tiritera cantilenante alla fine di ogni piatto,mentre con un guizzo di improbabile sensualità,mette il ditino nella bocca e da una leccatina,dicendo "cotto e mangiato"...è proprio vero che vanno avanti i raccomandati e non i meritevoli!! Pensavo che il trash delle trasmissioni culinarie italiane lo avessimo raggiunto con Beppe Bigazzi e la sua ricetta del gatto bollito alla "prova del cuoco" (per fortuna e per coerenza sospeso poi dalla trasmissione rai e massacrato dalle associazioni animaliste!!) Quasi quasi rimpiango Wilma de Angelis...Meno male che dopo questi manicaretti cotti il giorno prima,al telespettatore sfinito,accorrono consolatori i Simpson a rallegrare il momento,insieme a un buon caffè di fine pasto!!
Per chi volesse rifarsi gli occhi e vedere una trasmissione a tema di cucina ben fatta si goda questo video della mia mentore Martha Stewart che cucina con un ospite d'eccezione inglese,altra icona del web e della tv Nigella Lawson!! Qual'è il segreto del loro successo secondo il mio modesto parere? Competenza di quello che stanno facendo,una cucina pazzesca completa di tutto (compreso il mitico kitchenaid) e fianchi larghi,di chi piace cucinare ma anche mangiare!!

Cupcakes di Martha Stewart immagine dal web




sabato 6 novembre 2010

Macarons mon amour...

Pubblicato da Federica 2 commenti

Quando sono stata a Parigi mi sono innamorata a prima vista di questi dolcetti unici nel loro genere,che prima di catturarti il gusto,travolgendoti con la loro bontà,fanno bella mostra di sè in tutte le vetrine delle pasticcerie più eleganti della città...Oggi,senza rimpiangere Parigi (se non per le sue vie ricche di storia,per l'aria bohemien che si respira e per le notti illuminate dalle magiche luci della torre eiffel) li ho trovati in una "pasticceria-gioielleria" di Rimini (nei dintorni di dove abito io...) e ho scoperto che sono (quasi) buoni uguale e questo è il meritatissimo premio per la fine della nostra giornata!!
Ma cosa sono esattamente i macarons? Sono dei pasticcini francesi per adozione,perchè in realtà li esportò Caterina dei Medici da Venezia quando sposò il Duca d'Orlèans in Francia,perfezionati poi dai maestri pasticceri d'oltralpe;due piccoli dischi a base di meringa croccante avvolgono una particolare consistenza fatta di albume,zucchero granulato e farina di mandorle e racchiudono nel mezzo una farcia a base di panna e burro,che cambia aroma a seconda del gusto dei macarons,cioccolato,caramello,pistacchio,lampone...
In questo sito trovate la ricetta originale Mercotte io ho provato a farli,ma senza successo,poichè sono difficilissimi,ci vuole un grande studio fatto di precisione,tecnica e attrezzatura adeguata.Quindi mi sono arresa e mi limito a comprarli e a mangiarli,ma con parsimonia...visto il costo!!Questa è una delle pasticcerie più famose di Parigi,e si chiama Ladurée,questo è il sito Laduree qui i macarons sono un istituzione,al punto che quando la regista Sofia Coppola girò il film "Marie Antoinette" richiese personalmente alla maison di essere creatore e fornitore ufficiale di tutti gli spettacolari dolci che fanno da sfondo al film,regalandogli splendidi colori e un'aria assolutamente glamour!


Immagini dal film "Marie Antoinette" dal web
Un film a mio parere bellissimo,che racconta una Marie Antoinette (interpretata da Kristen Dunst) insolita,un'adolescente lasciata al suo destino di sovrana ancora troppo giovane e inesperta,prima sullo sfondo di una meravigliosa Versailles tra fasti,lussi e costosi abiti dalle tinte pastello e poi la vita ritirata nella residenza privata del Petit Trianon di una giovane mamma,tra giardini,tramonti e abiti di candido lino bianco.
Questa è una frase della protagonista,che secondo me meglio riassume il film,mettendo in risalto non il lato storico e crudele della regina che abbiamo studiato sui libri di scuola,ma il lato umano e solitario di una giovane donna,impotente al suo destino:

"Ero una regina e mi hanno tolto la corona, una moglie e hanno ucciso mio marito, una madre e hanno portato i miei bambini lontano da me, mi è rimasto solo il mio sangue. Prendetelo. Ma non fatemi soffrire a lungo"
 

L'ORA DEL TEA Copyright © 2010 Design by Ipietoon Blogger Template Graphic from Enakei