mercoledì 2 febbraio 2011

Sablè e Petit Prince

Pubblicato da Federica

"Cerco degli amici.Che cosa vuol dire addomesticare?”disse il piccolo principe.
“E’ una cosa da tempo dimenticata.Vuol dire “creare dei legami…” Tu fino ad ora per me sei un ragazzino uguale a centomila ragazzini.E non ho bisogno di te.E neppure tu hai bisogno di me. Io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi.Ma se tu mi addomestichi noi avremo bisogno l'uno dell'altra e tu sarai per me unico al mondo ed io sarò per te unica al mondo”disse la volpe.
La volpe poi tacque e guardò a lungo il piccolo principe:"Per favore addomesticami"disse.
"Volentieri"rispose il piccolo principe"ma non ho molto tempo però,ho da scoprire degli amici e da conoscere molte cose".
"Non si conoscono che le cose che si addomesticano,gli uomini non hanno piu' tempo per conoscere nulla.Comprano dai mercanti le cose gia' fatte.Ma siccome non esistono mercanti di amici,gli uomini non hanno piu' amici"disse la volpe.
"Che bisogna fare?"domandò il piccolo principe.
"In principio tu ti siederai un po’ lontano da me,cosi nell’erba.Io ti guarderò con la coda dell'occhio e tu non dirai nulla,perchè le parole sono fonte di malintesi.Ma ogni giorno tu potrai sederti più vicino a me..."
Il piccolo principe allora tornò l’indomani.

"Sarebbe stato meglio ritornare alla stessa ora"disse la volpe.
"Se tu vieni ad esempio tutti i pomeriggi alle quattro,dalle tre io comincerò ad essere felice.Col passare delle ore aumenterà la mia felicità.Quando saranno le quattro,inizierò ad agitarmi e a inquietarmi cosi scoprirò il prezzo della felicità.Ecco il mio segreto è molto semplice:non si vede bene che col cuore,l'essenziale è invisibile agli occhi".


Se cè un libro che ancora oggi adoro e non mi stanco di rileggere è proprio quello del "Piccolo principe" per la sua delicata storia fatta di metafore e insegnamenti,l'autore la narra con l'ingenuità e la fantasia tipiche dell'infanzia e in contrapposizione il lettore ne legge tra le righe il pensiero dell'uomo adulto,incapace di sognare perchè ha dimenticato di essere stato bambino anche lui....
Una vecchia scatola di latta che custodiva piccole gioie senza valore ma col significato che il tempo attribuisce loro,ha ripreso vita per ospitare questi deliziosi biscottini da tea dal sapore francese come questa favola senza tempo e  a me tanto cara,i biscotti sablè...

BISCOTTI SABLE'
Ingredienti per 30 biscotti circa:
345 gr di burro-250 gr di zucchero-1/2 cucchiaino di sale-6 tuorli d'uovo-2 cucchiaini di vaniglia-500 gr di farina.

In un recipiente largo lavorate a crema il burro tenuto a temperatura ambiente con lo zucchero,unite i tuorli d'uovo uno alla volta,la vaniglia e mescolate bene;unite la farina setacciata e impastate il composto finchè non risulta ben amalgamato;fatelo riposare un oretta nel frigo avvolto nella pellicola trasparente;quindi lavoratelo sulla spianatoia infarinata,stendetelo col mattarello e formate col tagliabiscotti i vostri sablè che infornerete su una teglia ricoperta di carta da  forno a 150 gradi per 15 minuti.



16 commenti:

Ellie on 02/02/11, 23:16 ha detto...

oh ma che bella introduzione :) Sembrano MOLTO friabili e che si sciolgono nel tea, rating A+ !!!

gloria cuce' on 03/02/11, 00:12 ha detto...

Il nome e la foto rendono perfettamente la consistenza e la bontà di questi biscottini. brava!

valevanilla on 03/02/11, 02:17 ha detto...

Quella scatola la conservo anche io!! CI stavano le magliette di fiorucci... E il libro è un piccolo capolavoro di semplici verità rivelate!! Bravissima. Per i contenuti, i sapori, le foto!!!
a presto!

Laura CheBirba on 03/02/11, 09:46 ha detto...

Ciao e grazie per la visita al mio blog! C'è un giveaway aperto, visto che sei tra i followers perchè non ne approfitti per partecipare? se ti va ti aspetto! :D
Laura

Lady on 03/02/11, 10:06 ha detto...

già.. un racconto che ti smuove dentro al cuore e ti ricorda che "perdere tempo" per qualcosa o qualcuno non è sprecarlo..
grazie di questo post!

Eleonora on 03/02/11, 12:06 ha detto...

lo sai, è il libro preferito di Matti, mio figlio magggiore. lo ha letto tante volte e quest'estate al Mont St. Michel gli ho trovato delle cartoline con le illustrazioni e tante citazioni del libro...con pazienza le ha incollate al muro di camera sua, in ordine come nel libro, che ormai conosce a memoria.

i biscotti sablées gli si addicono, per il gusto un po' fanciullo, la loro fragilità e quella bellezza intrigante.
bravissima!!!!!

un bacione grosso grosso

ranapazza65 on 03/02/11, 13:21 ha detto...

Bellissimi e buonissimi biscotti ^_^ e il libro..c'è l'ho ancora bellissimo il più bel libro!!
baciottoli Anna

Federica on 03/02/11, 14:38 ha detto...

@ Ellie: Grazie cara Ellie,che bel voto!!Si sono davvero friabili e si conservano bene qualche giorno nella scatola.Mia figlia li ha pucciati nella cioccolata calda,io li preferisco per accompagnare il tea ;)

@ Gloria: Grazia,mi fa piacere che rendono esattamente l'idea di quello che sono!!

@ Valevanilla: Si è vero c'erano le magliette(e ancora ce l'ho grigia col piccolo principe oramai scolorita)di Fiorucci...Grazie dei complimenti,mi fa molto piacere che hai apprezzato tutto!!

@ Laura: Ciao figurati,grazie a te per avermi citata nei blog di cucina italiani :)
Ci penserò...

@ Lady: è vero è una bella emozione che fa bene al cuore rileggerlo!

@ Eleonora: Cara amica,che bello sapere che un libro cosi speciale è oramai in mano ad una nuova generazione,fa piacere sapere che viene ancora capito e apprezzato!Chissà che belle quelle cartoline,un pezzetto di buoni sentimenti a portata di mano...

@ Anna: grazie!Conservalo con cura allora!Baci anche a te.

Clau nel garage on 03/02/11, 14:45 ha detto...

io invece non l'ho mai amato molto il piccolo principe... mi sono piaciute di più le illustrazioni del testo! :-D ho gusti particolari :-D

Ellie on 03/02/11, 18:04 ha detto...

grazie1 oggi no febbre ma se parlo sembro un orco delle caverne :S ihihih
sto facendo cake pops....della serie "che-bello-stare-in-non lavoro e passo il tempo baking tutto il giorno"

ahhhah :))

Claudietta on 04/02/11, 10:09 ha detto...

il racconto per eccellenza, il biscotto per eccellenza..che bel post, son tornata bimbina per 3 minuti !;)

Claire on 04/02/11, 11:53 ha detto...

La scatola di latta de Le Petit Prince??? ❤❤❤❤❤
Dove si trova???? (...le colleziono...)
Questo è un libro che non deve proprio mancare nella libreria di ogni librovoro! :D
Un buon venerdì di sole, cara!
Claire

P.S. Chiediamo asilo in Inghilterra? Siamo già moltissime ad avere questo desiderio! XD

Federica on 04/02/11, 23:29 ha detto...

@ Clau: beh sei sempre in tempo per rileggerlo e cambiare idea :) cmq è vero le illustrazioni sono molto belle!

@ Ellie: mi fa piacere che stai un pò meglio!!Brava i cake pops,pensa che ci pensavo giusto in questi giorni,guardando il bellissimo sito di Bakerella,qulche idea per il compleanno di mia figlia che si avvicina!!

@ Claudietta: che piacere :) grazie è vero rileggendolo si torna un pò bambini!

@ Claire: ciao cara Claire,la scatola è oramai "vintage" era di quando ero piccolina,un regalo di mio zio,conteneva una t-shirt del piccolo principe.Il libro invece lo comprai da sola,qualche anno dopo,quando ne potei comprendere e apprezzare meglio i contenuti :)
Per la richiesta di asilo sottoscrivo subito e per la scelta dell'abitazione concordi un bel cottage di pietra immerso nella campagna inglese?Mi sa proprio di si ;) Baci buon weekend!

Ellie on 05/02/11, 00:43 ha detto...

ehm...i cake pops sono venuti....uhm..."decenti" ecco non mi viene altro ahahha (UHM)

Francesca D. on 05/02/11, 13:19 ha detto...

Il piccolo principe è sempre stato uno dei miei libri preferiti...e questi biscotti sembrano davvero una bontà!

Claire on 05/02/11, 18:29 ha detto...

E' davvero bellissima quella scatola e ancora più preziosa se è un ricordo di bambina! :)
Per l'asilo, sto chiedendo informazioni presso il vicario di Steventon! ;)
Buon sabato sera, cara! :)

 

L'ORA DEL TEA Copyright © 2010 Design by Ipietoon Blogger Template Graphic from Enakei