lunedì 15 agosto 2011

Lupi di mare e pecore da spiaggia...

Pubblicato da Federica

La località di mare dove venivo in vacanza da piccola è diventata da diversi anni ormai la città in cui vivo tutto l'anno e il luogo che ho scelto per costruirmi una famiglia...La cosa strana è che essendo una località balneare della riviera adriatica e per questo in estate molto amata e frequentata,per me che ora ci vivo è paradossale pensarla  da turista come facevo una volta!!Mi ricordo che si partiva con la macchina carica di bagagli e giocattoli da Roma non appena finiva la scuola e poi si arrivava qui dove il tempo era scandito dalla vita da spiaggia,per cui tutto girava intorno ad essa e all'ombrellone n.60 del Lido.A quel tempo io mi mescolavo ai comuni bagnanti,ignara della vera essenza del lupo di mare:pelle abbronzata tutto l'anno,rughe da salsedine,conoscenza profonda del mare e del suo cielo quando sta per girare il vento...I villeggianti che vengono in vacanza al mare invece li riconosci subito perchè hanno l'abbronzatura a strisce bianca e rossa,sono ansiosi sullo stato dell'acqua per cui vedono meduse sempre in agguato e sono pronti a fare il sospirato bagno  solo dopo 4 ore aver mangiato cofane di pasta e sughi di carne,vanno a comprare il pane col costume da bagno e pensano che la battigia sia la succursale di San Siro....
La spiaggia in estate è il migliore osservatorio che si possa trovare,è il terreno fertile dove migliaia di persone si riversano sul lungomare facendo a gara senza saperlo su chi è il più "tipo da spiaggia" della stagione,un pò come quel mitico film anni ottanta con Jerry Calà "Sapore di mare"...C'è il bagnino piacione che va sempre per la maggiore  e il palestrato con gli addominali scolpiti a tartaruga e lo slippino sgambato bianco,c'è sempre l'unica che azzarda il toppless su una spiaggia per famiglie,con la convinzione di essere una sirena e diventando invece assolutamente ridicola,poi c'è il pallidone intellettuale che ha sbagliato direzione per la biblioteca e arriva sulla battigia con i calzini bianchi,i sandali e l'ultimo best seller mattone sotto il braccio,il surfista mancato che cerca l'onda nell'unico mare d'Italia dove le onde si alzano solo in inverno quando soffia la bora...ecco sono le pecore da spiaggia!!Ma i miei preferiti sono sempre quelli della prima fila,quelli che arrivano la mattina alle 10.30 già in abito elegante coi costumi rigorosamente firmati e ovviamente coordinati alla borsa e ai sandali,i capelli platinati che non si spettinano nemmeno quando si alza la brezza,l'occhiale d'ordinanza che fa un pò Jackie O,la loro insalatina scondita da spiluccare per pranzo segretamente nascosta nella borsa accanto ad una bottiglietta di acqua naturale e l'olio di Monoi a fattore protezione 0,perchè l'abbronzatura deve essere selvaggia e a 360° col lettino sempre orientato dove il sole splende di più:questa è la "Milano da bere" dell'Adriatico e se non ci fossero toccherebbe davvero inventarli!!


TORTA CREMA E PANNA
Igredienti per il Pan di Spagna:
4 uova-135 gr di zucchero-90 gr di farina-1 bustina di lievito.
Ingredienti per la crema pasticcera:
500 ml di latte-1 baccello di vaniglia-6 tuorli d'uovo-125 gr di zucchero-40 gr di farina.
Ingredienti per la bagna e la copertura:
300 ml di panna montata e latte di mandorla diluito con acqua q.b.

Preparate il Pan di Spagna sbattendo le uova intere con lo zucchero semolato,finchè il composto non risulta chiaro e spumoso;quindi amalgamate la farina setacciata ed il lievito al composto di uova;versate il composto nella tortiera tonda del diametro di 23 cm. imburrata e infarinata e cuocete in forno a 180° per circa 20 minuti;fate freddare e sformate.
Preparate la crema pasticcera portando a ebollizione il latte con il baccello di vaniglia tagliato a metà;sbattete i tuorli d'uovo con lo zucchero semolato,finchè il composto non diventa molto chiaro e denso;aggiungete la farina setacciata e sbattete finchè gli ingredienti non si sono ben amalgamati;eliminate il baccello di vaniglia dal latte e versate a filo sul composto,mescolate utilizzando la frusta finchè il tutto non sarà ben amalgamato;rimettete il composto nella casseruola e fatelo cuocere a fuoco basso mescolando continuamente con un cucchiaio di legno,lasciate sobollire fino a quando la crema non avrà iniziato ad addensarsi bene;togliete dal fuoco e trasferite in una ciotola coprendo subito con la pellicola trasparente.
Preparate la bagna diluendo in parti uguali il latte di mandorla con l'acqua,spennellate la superfice del pan di Spagna che avrete tagliato a metà,ricoprite con la crema pasticcera,quindi con l'altra metà,spennellate dinuovo la bagna sulla superfice e ricoprite tutta la superfice della torta con panna montata.Tenete in frigorifero qualche ora per farla rapprendere bene.




5 commenti:

lerocherhotel on 17/08/11, 11:57 ha detto...

che meraviglia!

Cranberry on 17/08/11, 12:50 ha detto...

ma che carina!!!!
è dolcissima!

Federica on 21/08/11, 10:39 ha detto...

@ lerocherhotel:grazie!!

@ Cranberry: grazie,si è piaciuta molto e l'occasione è stata il compleanno di mio padre,che è davvero un lupo di mare ;)

#Near_Miss# on 22/08/11, 13:54 ha detto...

Ma è un capolavoro!! e le osservazioni sui tipi da spiaggia così vere! Haha il macho con lo slippino sgambatissimo non manca mai e nemmeno le pettinature anti-brezza-marina! hahaha!

Federica on 23/08/11, 18:12 ha detto...

@ Linda: ciao cara!!!Quanto tempo....bentornata :) grazie dei complimenti!!La spiaggia in estate è il set ideale per i film di Vanzina ;)

 

L'ORA DEL TEA Copyright © 2010 Design by Ipietoon Blogger Template Graphic from Enakei