venerdì 24 giugno 2011

Un tea con la Regina Vittoria

Pubblicato da Federica 16 commenti

Nel lontano 24 maggio 1819 a Londra nel Palazzo di Kensington nasceva Vittoria,futura sovrana di Inghilterra che a soli 18 anni sali sul trono più potente del mondo,la magnificenza di questo periodo porta proprio il nome di "epoca vittoriana" per lo splendore che ne è l'aspetto principale,tanto con la rivoluzione industriale che portò all'Inghilterra ulteriore ricchezza e ammodernamento,quanto all'arte e alla  cultura,favorendo la nascita di scuole e musei...La regina Vittoria possiamo definirla una "pioniera dell'era moderna" dove la donna è al centro di tutto e si occupa di tutto senza riserve,Regina amatissima dal suo popolo,sposò il suo amato  Principe consorte Alberto di Sassonia,che le fu consigliere fidato e premuroso marito,ma curiosamente fu lei a fargli la proposta di matrimonio,poichè temeva che lui non si sarebbe mai preso la libertà di chiedere in sposa la futura Regina,ebbe nove figli e governò sul suo Regno fino alla morte per ben 63 anni,difatti il suo trono fu il più durevole nella storia del Regno Unito.
Si racconta che da bambina la sua istitutrice le proibisse quasi sempre di bere tea,considerato troppo prezioso allora per essere sprecato,tanto che appena Vittoria sali al trono chiese che le fosse finalmente portata una tazza di tea e cosi fu fatto.Durante i suoi tea pomeridiani,che trovano origine proprio a quel tempo alla corte di Palazzo,la Regina amava mangiare una torta a base di un sostanzioso pan di Spagna,arricchito infatti di burro nell'impasto e farcito nel mezzo di crema al burro e marmellata di fragole o lamponi,infatti viene comunemente chiamata anche Victoria Sandwich e a questo dolce è dedicato proprio il suo nome,che ancora oggi è la rappresentazione migliore di torta che accompagna degnamente i tea pomeridiani degli inglesi,perchè si sa che gli inglesi sono fedeli alle loro tradizioni e fieri dei loro Reali!!


VICTORIA SPONGE CAKE
Igredienti per la torta:
225 gr di burro-225 gr di zucchero-225 gr di farina autolievitante-4 uova-2 cucchiaini di vaniglia-marmellata di fragole o lamponi per farcire-zucchero a velo per guarnire.
Ingredienti per la crema al burro:
125 gr di burro-250 gr di zucchero a velo-3 cucchiai di latte-1 cucchiaino di estratto di vaniglia.

Lavorate a crema il burro che avrete tenuto a temperatura ambiente con lo zucchero,sbattete a parte le uova intere e unitele al burro un pò alla volta,in ultimo unite la farina setacciata mescolando molto delicatamente con un cucchiaio di metallo;ora dividete l'impasto in due tortiere tonde del diametro di 18 cm. imburrate e infarinate e cuocete in forno a 170° per circa 25-30 minuti;intanto preparate la crema al burro lavorando a crema il burro tenuto a temperatura ambiente con lo zucchero a velo vanigliato setacciandolo prima,unite 3 cucchiai di latte ben freddo e 1 cucchiaino di estratto di vaniglia,lavorate a crema finchè l'impasto non è cremoso e soffice;una volta sfornata e freddata la torta o meglio le due metà della torta,ricoprite un disco con un generoso strato di mamellata di fragole o di lamponi,meglio se di ottima qualità inglese e poi la crema di burro,chiudete con l'altro disco e spolverate la superfice della torta di zucchero a velo vanigliato.








sabato 18 giugno 2011

Le nozze di zucchero!!

Pubblicato da Federica 9 commenti

Un sabato mattina di un tiepido giugno diventa un giorno da ricordare,la trepidante attesa che si fa più forte ad ogni rintocco di orologio e tra fiori  viola e tralci d'edera ecco che mi aspetta l'amore,l'emozione di una chiesa dove promesse sincere e musica di violino si prendono delicatamente per mano e si fanno strada tra riso e petali di rosa...accanto a noi ci sono le persone che contano di più nella nostra vita e con loro ci ritroviamo in un girotondo di palloncini bianchi e barattoli di latta,che tintinnano dalla riva del mare alla cima della collina,foto che riguarderemo negli anni e sorrisi per conservarne il ricordo,ad ogni passo il fruscio di un abito di tulle e il profumo vanigliato di confetti che aleggia nell'aria...Stringersi tra le braccia  ed essere compagni per sempre,nella buona e nella cattiva sorte,imparando la pazienza e la condivisione,il rispetto e la fiducia...era proprio questo tutto ciò che volevo fintanto che fossi vissuta ed era questo dissi quel giorno a me stessa,con un che di meraviglia,era questo l'amore,questa consacrazione.
Curiosamente ogni anniversario ha un nome particolare e un suo colore,per cui di solito i regali da scambiarsi sono a tema e se dopo aver regalato il primo anno lenzuola di cotone,il secondo anno un album in carta di riso,il terzo anno un portafogli di pelle,il quarto anno una cornice di legno e il quinto anno una cravatta di seta,quest'anno il mio regalo è una mini wedding cake glassata,perchè il sesto anno sono proprio "Le nozze di zucchero"....
  • 1° anniversario-Nozze di Cotone
  • 2° anniversario-Nozze di Carta
  • 3° anniversario-Nozze di Cuoio
  • 4° anniversario-Nozze di Legno
  • 5° anniversario-Nozze di Seta
  • 6° anniversario-Nozze di Zucchero
  • 7° anniversario-Nozze di Lana
  • 8° anniversario-Nozze di Bronzo
  • 9° anniversario-Nozze di Ceramica
  • 10° anniversario-Nozze di Latta
  • 15° anniversario-Nozze di Porcellana
  • 20° anniversario-Nozze di Cristallo
  • 25° anniversario-Nozze d’Argento
  • 30° anniversario-Nozze di Perle
  • 35° anniversario-Nozze di Zaffiro
  • 40° anniversario- Nozze di Smeraldo
  • 45° anniversario-Nozze di Rubino
  • 50° anniversario-Nozze d’Oro
  • 55° anniversario-Nozze d’Avorio
  • 60° anniversario-Nozze di Diamante


MINI WEDDING CAKE
Ingredienti e procedimento per il Pan di Spagna:
montate 4 uova con 130 gr di zucchero semolato finchè non saranno chiare e spumose,unite 90 gr di farina setacciata mescolando delicatamente per non smontarle,imburrate e infarinate lo stampo e cuocete in forno a 150 gradi per 15-18 minuti.

Ingredienti e procedimento per la ganache:
Portate a bollore 100 ml di panna per dolci,tritate finemente 150 gr di cioccolato fondente al 70% di ottima qualità e versateci sopra la panna calda attendete qualche minuto e poi mescolate delicatamente,fate freddare coprendo con la pellicola trasparente.

Ingredienti e procedimento per la glassa al burro:
Lavorate a crema 125 gr di burro tenuto a temperatura ambiente,unite 250 gr di zucchero a velo setacciato per bene,2 cucchiai di latte freddo e un cucchiaio di essenza di  vaniglia,lavorate a crema per diversi minuti finchè la glassa non sarà soffice e ben amalgamata.

Ora assemblate la vostra torta (io ho usato uno stampo multiplo apposito da mini wedding cake,ma se non lo trovate potete fare un unico disco di pan di spagna nella classica tortiera e poi ritagliavi 3 piccoli dischi di misure differenti da sovrapporre in modo decrescente) tagliate a metà ogni piano molto delicatamente e spalmate di ganache poi richiudete facendo una leggera pressione e infine decorate con la glassa al burro e fiorelini di zucchero.




lunedì 13 giugno 2011

Eton mess

Pubblicato da Federica 9 commenti

Questo dessert estivo dall'anima inglese è davvero sfizioso perchè può essere preparato in pochissimi minuti e nel periodo in cui le fragole sono a portata di...cucchiaio!!
Il nome Eton mess è dovuto al fatto che questo dessert nasce proprio sulle tavole del prestigioso college inglese di "Eton" la più famosa scuola superiore del Regno Unito e "mess" che vuol dire proprio confusione...infatti non c'è una ricetta vera e propria fatta di ingredienti ben dosati,ma si possono disporre come meglio si crede e come ci suggerisce la fantasia.Servono solo fragole fresche,panna montata e meringhe,che volendo potete fare voi in casa o se preferite comprare già pronte dal fornaio,come ho fatto io...Date un occhiata se siete sue fans a quello preparato da Nigella Lawson per un idea in più...



ETON MESS
  • Montate la panna ben fredda di frigo
  • Spezzettate grossolanamente le meringhe nella panna montata e mescolate molto delicatamente con una spatola (meglio se di silicone)
  • Lavate e tagliate le fragole conditele con succo di arancia spremuta e zucchero a piacere
  • Ora disponete la fragole e il composto di panna e meringhe,fatelo in strati  o in modo casuale come preferite,il bello del dolce è proprio quello di non avere regole
  • Finite se vi va con mandorle in scaglie e un biscottino per accompagnare

giovedì 9 giugno 2011

Seconda stella a destra...

Pubblicato da Federica 9 commenti



Si dice che quando un bimbo ride per la prima volta nasce una fata,la sua allegra risata si diffonde nell'aria e fa volare in cielo un piumino,il piumino accompagnato dal vento e dal trillo della risata,supera la seconda stella a destra fino all'isola che non c'è,un luogo incantato abitato da creature magiche,qui il piumino viene cosparso di polvere d'oro e da lui prende vita una fatina....Uno dei libri ai quali sono più legata è senza dubbio "Peter Pan" di James Barrie,la sottile linea che unisce sogno e realtà raccontando l'avventurosa storia di un bimbo che non vuole crescere perchè si sa che l'infanzia è il periodo più bello,con la sua innocenza e i suoi giochi,con i suoi sogni e le sue coccole.E la fata alla quale sono più legata è sicuramente Trilly,la piccola fata  vestita di verde,coi pon-pon sulle scarpine,che si esprime attraverso un trillante scampanellio ed è gelosamente innamorata di Peter Pan...
Si dice sia tutta opera di fata,il mutare delle stagioni,il miracolo della natura e dei suoi colori...le fatine si nascondono tra le piante del nostro giardino e magari sotto le foglie di un fiore appena sbocciato e credeteci o no sono anche golose di dolci.Io ho una mia fatina personale,piccola e golosa,quando parla la sua vocina trilla e non posso sistemare i miei cupcakes nell'alzatina che se mi giro ne manca sempre uno....Una piacevole pausa in giardino o sul terrazzo,ci permette di apprezzare al meglio la natura e i suoi doni,in occasione di un buffet speciale ho preparatao questi golosi cupcakes,che guardacaso gli inglesi usano chiamare anche fairy cakes,ma attenti alle fatine....

CUPCAKES AL COCCO
Ingredienti per 12 cupcakes:
120 gr di farina 00-120 gr di zucchero semolato-1 cucchiaino di lievito-125 gr di yogurt al cocco(1 vasetto)-50 gr di burro-2 uova-3 cucchiai di latte di cocco.
Ingredienti per il frosting:
125 gr di burro-250 gr di zucchero a velo vanigliato-2 cucchiai colmi di latte di cocco.

Lavorate il burro con lo zucchero,unite le uova,lo yogurt,poi la farina setacciata col lievito per dolci  e infine il latte di cocco,lavorate il composto finchè non sarà omogeneo e cremoso;riempite a 3/4 i pirottini di carta,poneteli nella teglia da muffun/cupcakes e infornate a 150 gradi per 25 minuti;intanto preparate il frosting setacciando lo zucchero a velo e lavorandolo a crema col burro che avrete tenuto a temperatura ambiente e infine unite il latte di cocco;lavorate a velocità sostenuta finchè il composto non risulterà soffice e leggero;aiutandovi con la sac à poche decorate i cupcakes quando saranno ben freddi e guarnite con zuccherini e...fantasia!!!



lunedì 6 giugno 2011

Se...

Pubblicato da Federica 8 commenti

Quando da piccola mi chiedevano cosa volessi fare da grande rispondevo la mamma e quando giocavo era sempre con le bambole e le pentoline.Quando ho deciso di sposarmi l'ho fatto con la convinzione di essere una famiglia,pensando di volerla numerosa perchè io sono figlia unica e di questo ho sempre sofferto molto...so che il Cielo mi ha ascoltato regalandomi Sara.Ogni volta che la guardo non posso fare a meno di esserne fiera,per la sua dolcezza e il suo essere cosi tanto simile a me,ogni momento è buono per fare le coccole e quando traffico in cucina lei è accanto a me curiosa di imparare e assaporare,fa domande e per ogni cosa c'è sempre un perchè.Ma non sempre riesco a trovare le risposte giuste,la vita a volte ti pone quesiti e prove a cui non sempre si è  preparati.Se penso che a quest'ora avrei avuto un bel pancione di 9 mesi e invece no...la natura ha deciso cosi,ha voluto che Sara per ora non potesse avere nè un fratellino nè una sorellina e che l'amore di mamma e papà fosse tutto solo per lei.Metto da parte l'amarezza sperando che prima o poi arriverà un altro cucciolo in casa,anche se infondo al mio cuore so che ne mancherà sempre e comunque uno,quello che la sera fa risplendere una lucina in più in cielo...Stavolta cado in piedi,perchè si sa che spesso la vita può giocare brutti scherzi.Poi una mattina guardo una vetrina e scopro una lacrima a rigarmi il volto ecco che non sono poi cosi forte come voglio far credere al mondo,so che avrei potuto entrare e comprare quella piccola tutina a righe,a quest'ora avrei anche saputo il colore giusto magari sarebbe stata dinuovo rosa chissà...quel folletto sarebbe stato un altro dono prezioso da coccolare e amare,visto che di coccole e di amore ne abbiamo cosi tanto da offrire.La rabbia cresce quando poi arrivano certe notizie scioccanti su giornali e televisione,"persone" che non si possono definire essere umani,che non comprendono quanto un figlio sia un dono prezioso e commettono errori folli...Cosi cerco di non pensarci,respiro profondamete e mi godo l'aria della primavera che inizia a scaldarsi,passo oltre la vetrina,la tutina per ora rimane li ed io vado a prendere Sara all'asilo,la stringo più forte del solito,oggi sono io ad avere più che mai bisogno di lei.


mercoledì 1 giugno 2011

Bento-merenda

Pubblicato da Federica 9 commenti

Il bento è il portapranzo giapponese per eccellenza,secondo la tradizione viene preparato in casa con amorevole cura e precisione dalle mamme per il pranzo dei loro figli a scuola e dei loro mariti in ufficio;ma per chi va di fretta ne esistono anche versioni take-away che si acquistano direttamente nei supermercati;il bento ha origini antiche e un contenuto alquanto standard,dal momento che in cucina i giapponesi usano sovente il  riso,le verdure e il pesce cotti al vapore e alla griglia (cucina sanissima e assolutamente naturale che andrebbe presa a modello) si presenta in scatoline di diverse forme,materiali e colori con all'interno piccoli scomparti dove inserire il cibo,possiamo dire che il corrispettivo del bento giapponese può essere il "lunch box" inglese,ma la sostanziale differenza è la cura minuziosa nel tagliare,disporre e decorare il cibo fino a trasformarlo in una vera e propria opera d'arte,come ad esempio questo,ci sono perfino gare e concorsi di bento e ovviamente nell'etere esistono un infinità di appassionati del genere che si scambiano consigli,scrivono blog e fanno acquisti on-line di prodotti appositi per confezionarne di bellissimi e spesso anche a tema!Ma la prima cosa che serve per preparare un bento è sicuramente la scatolina portapranzo...cosi ne ho acquistata una con una con un tema graditissimo a mia figlia che è il cartone animato di "Toy Story" e ho confezionato il mio primo bento per una piacevole merenda davanti alla tv,perchè come dice Carolina che ha organizzato il contest "c'è sempre un buon motivo per preparare un Bento" e sicuramente con la bella stagione in arrivo è una buona scusa per organizzare un pic-nic all'aperto,un pranzo in riva al mare o una piacevole pausa pomeridiana,avendo deliziosamente tutto l'occorrente a portata di...scatola!

BENTO MERENDA
  • Sandwich tonno pomodoro e maionese
  • Sandwich prosciutto cotto philadelphia e pomodoro
  • Kiwi a fettine
  • Cupcakes al cioccolato

CUPCAKES AL CIOCCOLATO
Ingredient per 12 cupcakes:
100 gr di farina-20 gr di cacao-140 gr di zucchero-1 cucchiaino e 1/2 di lievito-un pizzico di sale-40 gr di burro-120 ml di latte-1 uovo-1 bustina di vanillina-frosting al cioccolato-smarties per decorare.
Mescolate la farina,il cacao,lo zucchero,il sale e il lievito poi quando sono ben combinati unite il latte,l'uovo e infine la vanillina,quando sarà diventato un composto soffice e ben amalgamato riempite i pirottini a 2/3 e cuocete per circa 20-25 minuti (prova stecchino!)
Una volta freddati decorateli con il FROSTING AL CIOCCOLATO: lavorando 100 gr di burro che avrete tenuto a temperatura ambiente con 300 gr di zucchero a velo e 40 gr di cacao setacciati,infine unite a filo 40 ml di latte freddo,amalgamate il composto finchè non sarà soffice e cremoso,inseritelo nella sac a poche e decorate i cupcakes guarnendo con smarties al cioccolato e fiorellini di zucchero o di ostia.


Con questo Bento partecipo al contest Via col bento organizzato da Carolina del blog "Semplicemente pepe rosa" e da Elisa del blog "Kitty's kitchen" in collaborazione con lo shop Casa bento

Via col Bento




 

L'ORA DEL TEA Copyright © 2010 Design by Ipietoon Blogger Template Graphic from Enakei