giovedì 12 dicembre 2013

'Tis the season to be jolly,fa la la la la, la la la la...

Pubblicato da Federica 1 commenti

Ci siamo lasciati alle spalle uno splendido autunno e siamo ufficialmente entrati nel mese di dicembre che ha il pregio di regalarci la festa più bella di tutto l'anno il Natale!Sistemati gli addobbi e decorato l'albero,insieme alle lucine si accende anche il fermento natalizio che è dentro di noi,lasciando spazio a tradizioni e profumi.
Ma quello che più amo di questa festa,è tutto quello che la precede,addobbare l'albero coi nostri figli,anche se qualche pallina finisce sempre male,ma poco importa perchè sono proprio questi i ricordi che loro si porteranno dentro il cuore  per sempre;i regali non troppo vistosi o costosi,ma pensati per la persona a cui vanno,magari comprati mesi prima e messi da parte,perchè quando li abbiamo visti ci hanno fatto pensare proprio a quella persona;i pomeriggi ad impacchettarli e vecchie canzoni suonate sul giradischi col loro inconfondibile fruscio,che diventano un piacevole sottofondo.Il Natale colorato di rosso e di verde fatto di semplicità,dell'aroma delle candele sparse in giro e accese quando fa buio per fare atmosfera,dei biglietti scritti a mano e spediti ad amici e parenti lontani e poi il profumo dei biscotti speziati serviti con la cioccolata calda,per coccolare chi amiamo sinceramente,tutti gli altri 364 giorni dell'anno!


CHRISTMAS CUPCAKES
Ingredienti per 12-16 cupcakes:
300 gr di frutta candita e uvetta-100 ml di rum-200 gr di burro-200 gr di zucchero-4 uova-160 gr di farina-2 cucchiaini di lievito-1/2 cucchiaino di cannella-60 gr di mandorle.
Ingredienti per il frosting:
500 gr di zucchero a velo-160 gr di burro-50 ml di latte-1/2 cucchiaino di essenza di mandorla.

Mettete la frutta candita e l'uvetta in una ciotola a mollo nel rum, per circa 30 minuti.Lavorate a crema il burro con lo zucchero e unite le uova una alla volta,unite poi la cannella,il lievito e la farina setacciata;tritate le mandorle e unitele all'impasto insieme alla frutta che avevate tenuto nel rum una volta strizzata bene,mescolate per bene e riempite poi i pirottini di carta a 2/3 infornate a 160° per circa 20 minuti.
Intanto preparate il frosting lavorando a crema il burro con lo zucchero a velo setacciato,gradualmente unite il latte e in ultimo l'essenza di mandorla,lavorate a crema tutto finchè non sarà soffice e gonfio,poi inseritelo nella sac à poche e decorate i cupcakes,ma solo quando saranno freddi!


giovedì 28 novembre 2013

Give thanks

Pubblicato da Federica 2 commenti

Non è ben certo che i Padri Pellegrini abbiamo servito tacchino ripieno il primo Thanksgiving day,fatto sta che proprio il tacchino è il simbolo indiscusso di questa festa americana.In realtà questa celebrazione ha due differenti interpretazioni:la maggior parte delle persone afferma che la festa sia stata istituita per celebrare assieme ai coloni inglesi i Nativi americani,che li avevano aiutati a sopravvivere al loro primo inverno,mentre altri affermano che sia solo una festa per ricordare la vittoria militare inglese proprio sulle tribù indiane,per le quali in realtà questo pare sia giorno di lutto.Ma dal primo Presidente americano George Washington,in America il quarto giovedi di novembre è festa nazionale,con le famiglie che si riuniscono per il pranzo comune dove non mancano mai il tacchino arrosto ripieno,accompagnato da patate dolci e salsa di mirtilli e la torta di zucca;ma la cosa principale,dove senza dubbio tutti si trovano d'accordo,è il significato vero di questa festa autunnale,il "dire grazie" per quello che di bello la vita ci ha donato e solitamente lo si fa sotto forma di preghiera seduti attorno al tavolo prima di mangiare.Vista la mia passione per la storia americana e il fatto evidente di essere nata dalla parte sbagliata del continente,festeggio anch'io il Giorno del Ringraziamento,affettando il tacchino,sfornando i dolci della tradizione americana e dicendo grazie per le cose migliori della mia vita.... 

I'm thankful for:

My family
My good health
Autumn season
Holiday trip
The sound of the rain
My blog
A cup of tea and a slice of cake


TORTA NOCI E SCIROPPO D'ACERO(MAPLE SYRUP & PECAN CAKE)
Ingredienti per la torta:
115 gr di farina-2 cucchiaini colmi di lievito per dolci-115 gr di burro a temperatura ambiente-2 uova grandi-115 gr di zucchero di canna-2 cucchiai di sciroppo d'acero-50 gr di noci pecan tritate finemente.
Ingredienti per filling e topping:
250 gr di formaggio spalmabile(Philadelphia o Mascarpone)-6 cucchiai di sciroppo d'acero-1 cucchiaio di zucchero a velo-100 gr di noci pecan spezzettate grossolanamente-zuccherini colorati per decorare.

Lavorate a crema il burro con lo zucchero,unite le uova,setacciate il lievito e la farina ed unitele al composto,versate lo sciroppo d'acero e mescolate con cura,in ultimo unite le noci pecan e mescolate;versate il composto in due teglie di uguale misura imburrate ed infarinate e cuocete in forno a 160° per circa 25 minuti;preparate la crema che vi servirà da farcitura (filling) e da copertura (topping) lavorando il formaggio cremoso con lo zucchero a velo setacciato e 4 cucchiai di sciroppo d'acero,mettete da parte;sgusciate e tritate grossolanamente le noci pecan,disponetele su una teglia da forno ricoprendole con 2 cucchiai di sciroppo d'acero e infornate a 180° per 10 minuti,fate freddare bene le noci una volta caramellate e mettetele da parte;quando la torta sarà cotta e ben freddata,coprite una metà con una parte di crema e qualche noce caramellata,poi coprite con la seconda metà,spalmate di crema e ancora di noci caramellate,guarnite con gli zuccheri colorati e servite a fette.




giovedì 14 novembre 2013

Cake in Wonderland

Pubblicato da Federica 2 commenti



"Se io avessi un mondo come piace a me là tutto sarebbe assurdo:niente sarebbe com'è,perché tutto sarebbe come non è...e viceversa!Ciò che è non sarebbe e ciò che non è sarebbe!"

Metti un pomeriggio in casa,la pioggia fuori dalla finestra e la più bella favola mai raccontata...che cosa ne viene fuori?Un momento fatto di tenerezza e profumo di torta appena sfornata...
Quando ero piccola mi chiamavano "Alice nel paese delle Meraviglie" perchè ero sempre tra le nuvole vivendo nel mio mondo immaginario,ma questo soprannome devo dire che non mi dispiaceva affatto,perchè ho sempre amato questa favola e crescendo la mia passione per tutto ciò che è inglese è andata maturando di pari passo;l'autore di questa favola infatti fu Lewis Carroll,professore di matematica ad Oxford,che in un pomeriggio d'estate inventò una storia fatta di strani personaggi,sullo sfondo di un paese fantastico,alla figlia di un suo caro amico,una bambina appunto di nome Alice.Ed ecco che nacque cosi "Alice in Wonderland".Molti anni dopo,il rifacimento del genio di Walt Disney,che non è da meno al libro di Lewis Carroll,ha dato le fattezze che ben conosciamo ai protagonisti che si susseguono nella storia e che infondo rappresentano un pò vizi,virtù e vezi nascosti nell'animo di ognuno di noi.
Oggi pomeriggio tra il Bianconiglio che correva e lo Stregatto che ronfava,ho sfornato questa soffice torta,di quelle che ci riportano subito all'infanzia,per il loro inconfondibile profumo  e per quella classica forma a ciambella,semplice e perfetta per accompagnare il tea del pomeriggio,servito rigorosamente dal Cappellaio matto!

PS:Nonostante l'età che avanza e il fatto di essere due volte mamma,sono fermamente convinta che il "Paese delle Meraviglie" sia ancora un gran bel posto dove vivere,o magari potersi rifugiare di quando in quando...



CIAMBELLONE DELLE MERAVIGLIE
Ingredienti:
3 uova-200 gr di zucchero-100 gr di burro-250 ml di panna da montare-1 bustina di lievito-3 cucchiai di latte-1 bustina di vanillina-200 gr di farina 00-zucchero a velo per spolverare.

Sbattete le uova con lo zucchero finchè non saranno spumose;fondete in un pentolino il burro e unitelo alle uova;versate poi la panna da montare liquida;fate sciogliere il lievito nel latte e unitelo insieme alla vanillina al resto del composto mescolando bene;in ultimo unite la farina setacciata all'impasto che lavorerete nel mixer velocemente finchè non sarà tutto ben amalgamato.Versate in una teglia a forma di ciambella imburrata e infarinata,livellate bene la superfice e cuocete in forno a 150° per circa 30 minuti.Sfornate quando il ciambellone sarà cotto e una volta freddo spolverate di zucchero a velo,meglio se vanigliato.









martedì 5 novembre 2013

Bonfire night

Pubblicato da Federica 0 commenti

Il 5 novembre per gli inglesi è la commemorazione del fallito tentativo,da parte di un gruppo di cospiratori cattolici,di far esplodere il Parlamento di Londra e uccidere il Re protestante Giacomo I.
Uno dei sovvertitori Guy Fawkes fu sorpreso nei sotterranei del Palazzo di Westminster con 40 barili di polvere da sparo,fu arrestato e processato.Cosi da quella notte del lontano 1605,per le strade della città si accesero falò per festeggiare la salvezza del Sovrano e da allora questa ricorrenza prese il nome di Bonfire nigth(notte dei falò)
La tradizione vuole che un fantoccio con le fattezze di Guy Fawkes venga trasportato su una carriola,al grido di "un penny per Guy" e poi bruciato su un rogo,nel frattempo partono i festeggiamenti con fuochi d'artificio in cielo e cibi della tradizione inglese portati da casa e consumati lungo le strade della città.


JAFFA CAKE CUPCAKES
Ingredienti per 12-16 cupcakes:
70 gr di burro-210 gr di farina-250 gr di zucchero-1 cucchiaio di lievito-1/2 cucchiaino di sale-210 ml di latte-2 uova-1 cucchiaino di estratto di vaniglia-100 gr di marmalade(marmellata di arance inglese)per farcire.
Ingredienti per il frosting:
450 gr di zucchero a velo-60 gr di cacao-150 gr di burro-60 ml di latte-mini Jaffa Cakes(biscottini al cioccolato e arancia inglesi)per decorare.

Mescolate il burro a temperatura ambiente con la farina,lo zucchero,il lievito,il sale;a parte sbattete le uova con il latte e la vaniglia;unite quindi unite i due composti in modo graduale e alternato finchè saranno ben amalgamati e l'impasto risulterà omogeneo e soffice;riempite i pirottini per 2/3 e cuocete in forno a 160° per circa 20-25 minuti.Preparate il frosting lavorando il burro a temperatura ambiente con lo zucchero a velo e il cacao setacciati,unite a filo il latte freddo e lavorate finchè il composto sarà soffice e spumoso.Una volta sfornati lasciateli freddare bene e praticate poi al centro di ogni tortino un foro che riempirete con un cucchiaino abbondante di marmalade,coprite con il frosting al cioccolato e guarnite con un biscottino Jaffa cake.



giovedì 31 ottobre 2013

Trick or Treat?

Pubblicato da Federica 0 commenti

"All Hallows Eve" è la vigilia di tutti i Santi,ed è l'origine della parola Halloween,una festa che ha antiche radici celtiche,quando tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre si festeggiava la fine dell'estate,rappresentata dal colore arancione dei raccolti e della zucca e l'arrivo dell'inverno simboleggiato dal colore nero dell'oscurità e delle giornate che si fanno più corte.In questa dimensione di mezzo tra le due stagioni,si pensava che i morti tornassero sulla terra per fare visita ai vivi,i quali li accoglievano con tavole imbandite e lanterne illuminate.Il passare del tempo e le tradizioni dei paesi anglosassoni hanno tramandato negli anni questa festa pagana,rendendola più adatta soprattutto ai bambini,che amano travestirsi trasformando questa giornata autunnale in una festosa occasione per divertirsi in compagnia e mangiare dolciumi.
"Trick or Treat"? (Dolcetto o Scherzetto?) ossia l'andare in giro mascherati raccogliendo dolci e caramelle,è una pratica che risale al Medioevo,quando alla vigilia di Ognissanti si andava di casa in casa mendicando cibo in cambio di una preghiera per le anime dei defunti...non dimenticate quindi di tenere accanto alla porta una zucca intagliata ben illuminata e una cesta piena di dolci!Felice Halloween!



TORTA DEL DIAVOLO
Ingredienti per la torta:
80 gr di burro-250 gr di zucchero-2 uova-50 gr di cacao-220 ml di acqua-170 gr di farina-2 cucchiaini di lievito.
Ingredienti per la glassa:
125 gr di burro-250 gr di zucchero a velo-2 cucchiai di cacao-2 cucchiai di latte.
Ingredienti per la coulis alle amarene:
300 gr di amarene sciroppate-succo di limone q.b.-2 cucchiaini di zucchero a velo.

Lavorate il burro a temperatura ambiente con lo zucchero e poi unite le uova leggermente sbattute;unite il cacao all'acqua ed incorporatelo nella crema di burro alternandolo alla farina,unite il lievito,mescolate bene e dividete l'impasto in due teglie di uguale diametro,imburrate e infarinate,livellate con cura e infornate a 150° per circa 25 minuti;intanto preparate la glassa lavorando a crema il burro a temperatura ambiente,lo zucchero a velo setacciato,il cacao in polvere e il latte freddo,finchè otterrete una crema gonfia e soffice;preparate la coulis mescolando le amarene col succo di limone e lo zucchero frullando leggermente insieme il tutto,unendo pò di succo di amarene sciroppate e mettete da parte.
Infine farcite la torta unendo le due metà con una parte di glassa,poi ricoprite con cura la parte superiore e i bordi livellando bene con una spatola;servite la torta tagliata a fette e ricoprite ogni fetta con una generosa cucchiaiata di coulis alle amarene.



lunedì 21 ottobre 2013

Royal Baby

Pubblicato da Federica 2 commenti

Tutto il mondo contemporaneamente,grazie all'era mediatica in cui viviamo,ha saputo della nascita del Royal Baby ancor prima che la nota ufficiale fosse esposta sul cavalletto reale,dietro ai cancelli di Buckingham Palace,come vuole la tradizione.Cosi poche ore dopo la nascita avvenuta lunedi 22 luglio 2013 alle ore 16.24 il Principino di Cambridge e futuro Re d'Inghilterra si è presentato al mondo intero,che ha atteso questo evento,vivendolo come il coronamento della fiaba moderna di William e Kate,che dopo averci fatto emozionare col Royal Wedding ci hanno tenuto col fiato sospeso durante tutta la gravidanza.Dopo appena 24 ore dalla nascita del loro primogenito,William e Kate,bellissimi e felicissimi,hanno mostrato il piccolo George,nome scelto in onore del padre della Regina Elisabetta II,uscendo dal St.Mary's Hospital di Paddington,lo stesso dove 31 anni fa nacque il Principe William,difronte ai sudditi orgogliosi,ai turisti curiosi e ai paparazzi,che per giorni hanno sostato davanti all'ospedale,ma la cui attesa è stata sicuramente premiata!Lo hanno fatto in modo casual e disinvolto,Kate era splendida nel suo abitino azzurro a pois e William come un comune papà moderno ha caricato l'ovetto sulla sua Range Rover e si è diretto verso Kensington Palace,quella che oggi è la loro residenza ufficiale.A tre mesi dalla sua nascita il Principe di Cambridge George Alexander Louis verrà battezzato il 23 ottobre 2013 alle ore 15.00,rivoluzionando per certi aspetti il rigido protocollo di corte,la cerimonia infatti non avverrà come consuetudine per un erede al trono in una sala di Buckingham Palace,ma nella Cappella Reale di St.James Palace,nello stesso luogo dove fu allestita la camera ardente della Principessa Diana ed il Principe avrà ben sei tra padrini e madrine non di sangue reale,ma amici d'infanzia ed ex compagni di università di William e Kate,i quali hanno deciso che non era assolutamente il caso di aspettare il compimento del primo anno per celebrare il Battesimo.Le uniche consuetudini saranno che l'Arcivescovo di Canterbury,che presiede la cerimonia,userà l'acqua del fiume Giordano per bagnare il piccolo capo del Principe George,che indosserò una veste in pizzo e satin bianco come vuole la tradizione vittoriana.E se la cerimonia sarà riservata solo ai membri strettissimi delle famiglie di William e Kate,il resto del Regno Unito sarà di nuovo in festa,con bandiere ovunque a celebrare l'evento con i colori dell'Union Jack e pinte di birra;inoltre come per la nascita,anche per il Battesimo del Royal Baby, sono state coniate monete celebrative,che tutti possono acquistare on line per avere un ricordo speciale;a tutti i bambini inglesi nati lo stesso giorno del Principe George invece la Zecca Reale ha donato 1 penny d'argento come portafortuna,nella confezione azzurra per i maschietti e nella confezione rosa per le femminucce.Mi unisco a celebrare questo evento con una torta speciale e i migliori auguri per questo nuovo pezzetto di storia!




TORTA AL LEMON CURD
Ingredienti:
175 gr di farina-2 cucchiaini di lievito-175 gr di burro-175 gr di zucchero-3 uova-scorza grattuggiata e succo di 1 limone-330 gr di lemon curd-200 ml di panna da montare-2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato.

Setacciate la farina e il lievito,lavorate a crema il burro e lo zucchero,unite le uova una alla volta alternandole al mix di farina e lievito,in ultimo grattuggiate la scorza e spremete il succo di un limone,per dare un aroma naturale alla torta e lavorate il composto finchè non sarà omogeneo e soffice,versate l'impasto in due teglie di uguale misura imburrate e infarinate e infornate per 25 minuti a 160°.
Una volta sfornate e freddate le due torte tagliatele entrambe a metà in modo da avere 4 strati uguali,ogni strato va spalmato di lemon curd e sovrapposto.Montate la panna,unite a mano 2 cucchiai di zucchero a velo setacciato e 2 cucchiai colmi di lemon curd,lavorando con una spatola di gomma o un cucchiaio di legno,e amalgamando bene,spalmate poi la torta con cura sui lati e sul bordo superiore,decorate a piacere e ponete qualche ora in frigorifero.Prima di servirla toglietela dal frigorifero un paio di ore prima e gustatela con un'ottima tazza di tea....



sabato 28 settembre 2013

Un tea a Notting Hill

Pubblicato da Federica 4 commenti

Credo fermamente di essere nata dalla parte sbagliata del continente,vista la mia passione per l'Inghilterra che va ben oltre l'idea di vacanza...Ad alimentare tale entusiasmo sicuramente ci sono stati tanti film,su tutti direi Notting Hill che è senza dubbio il mio film preferito in assoluto!Sarà il fatto che amo Londra,sarà la magia del film,ma dopo che hai conosciuto questo quartiere non puoi fare a meno di amarlo e di ritornarci ogni volta,per le sue casette colorate tutte il fila,che pure in una giornata di pioggia riescono a metterti allegria,o per quella famosa Bakery che da quel primo cupcake è diventata la mia fonte di ispirazione,o perchè come tutti i quartieri di Londra,una volta malfamati ed ora di moda,anche Notting Hill ha quel fascino contrastante un pò borghese e un pò bohémien...E credetemi qualunque cosa desiderate Notting Hill ve la offre nell'attimo esatto in cui la state cercando,sorprendendovi con i suoi profumi speziati,le sue vetrine colorate ed i suoi umori,che mutano come il colore del cielo in una meravigliosa giornata inglese.

PS:Vi comunico che da qualche giorno sono anch'io su Instagram dove mi trovate proprio col nome di unteaanottinghill unendo cosi alcune mie grandi passioni,quella per questo delizioso quartiere di Londra,quella per il tea  pomeridiano,che coltivo da sempre grazie soprattutto alla mia mamma che mi preparava delle merende da manuale e quella per le foto...e siccome la mia prima macchina fotografica fu proprio una Polaroid 1000 istantanea,regalatami per il mio 6° compleanno,con Instagram non poteva che essere non solo amore a prima vista,ma anche un tuffo al cuore,vi aspetto!














CUPCAKES AL BURRO DI ARACHIDI
Ingredienti per 12-16 cupcakes:
70 gr di burro-210 gr di farina-250 gr di zucchero-1 cucchiaio di lievito-1/2 cucchiaino di sale-210 ml di latte-2 uova-40 gr di burro di arachidi.
Ingredienti per il frosting:
500 gr di zucchero a velo-160 gr di burro-50 ml di latte-30 gr di burro di arachidi.

Mescolate il burro tenuto a temperatura ambiente,la farina setacciata,lo zucchero,il lievito,il sale;in una ciotola mescolate il latte e le uova;unite in due aggiunte il latte con le uova,al composto di farina,finchè non sarà tutto ben amalgamato e cremoso;in ultimo unite il burro di arachidi(potete scegliere sia la versione "creamy" cremoso che quella "crunchy" croccante.Versate il composto nei pirottini disposti nell'apposita teglia,riempiendoli per 2/3 ed infornate a 160° per circa 20-25 minuti.
Preparate il frosting lavorando il burro tenuto a temperatura ambiente con lo zucchero a velo setacciato,unite poi il burro di arachidi e gradualmente il latte freddo,lavorate finchè il composto non risulterà soffice e omogeneo;decorate i cupcakes una volta freddi con il frosting e guarnite con zuccherini colorati o arachidi a pezzetti.




mercoledì 4 settembre 2013

La mia Londra

Pubblicato da Federica 3 commenti


 “Quando un uomo è stanco di Londra è stanco della vita,perchè a Londra si trova tutto ciò che la vita può offrire" Samuel Johnson

Londra è la città che ho nel cuore,forse perchè ho imparato a conoscerla e amarla da adolescente sui banchi di scuola,forse perchè fu la meta della mia luna di miele e quindi l'associo ad un momento molto romantico della mia vita,forse perchè è stato uno dei primi viaggi importanti dei miei figli o forse perchè essendo nata in una grande città come Roma,respirare la metropoli tutto d'un fiato spesso mi manca.Abito da molti anni in una piccola città di mare e se questo può essere positivo per molti aspetti,spesso può avere il suo lato negativo,che per me è sicuramente quello di  far "assopire un pò la mente" confinandola nelle spesse mura del piccolo centro.Cosi tornare ogni volta a Londra non è solo una passione e una vacanza,ma è anche una boccata di ossigeno per il cervello.
Nel mio Diario di viaggio in Inghilterra avevo scritto che Londra meritava un post a parte,ed è cosi;ma cosa potrei mai aggiungere io dalle pagina di questo blog che non sia stato già scritto nei libri,visto nei film o cantato nelle canzoni?Provo dunque a raccontarvi "la mia Londra" facendovi respirare quella sua aria un pò snob e un pò trasgressiva,che solo qui credo sia possibile respirare rispetto alle altre città d'Europa.Il rosso inconfondibile dei bus a due piani,sui quali salire e scendere al volo,armati di passeggino,la borsa di Mary Poppins* a tracolla,la macchina fotografica i una mano e l'Oyster card nell'altra,diventa uno "slalom" contro il tempo e lo spazio,ma una volta che sei seduta e guardi fuori dal finestrino il percorso che avevi segnato diligentemente sulla tua cartina ormai consumata,sai che la tua vita è assolutamente e faticosamente perfetta!I parchi fioriti e ben curati,dove stendersi sull'erba verdissima per un pic-nic in assoluto relax è il premio alle tue lunghe camminate,le gite sul Tamigi sono il modo perfetto per vedere la città da un'altra prospettiva e poter passare sotto i suoi famosi ponti,i luoghi nascosti che puoi trovare solo se esci dai classici itinerari turistici,lasciandoti trasportare dai profumi e dal tuo sesto senso e poi i luoghi che hanno fatto storia come Carnaby street per i negozi alla moda o Abbey road dove diventa emozionante attraversare incolumi le famose strisce pedonali...44 anni dopo!
In questa calda estate inglese c'erano bandiere ovunque e vetrine in festa per celebrare l'arrivo del Royal Baby,i quartieri storici,quelli che non puoi non tornarci per la milionesima volta e che magari è meglio scattare un'altra foto,non si sa mai fosse venuta mossa...Premiarsi con un afternoon tea in una deliziosa sala da tea e infine darsi allo shopping folle nei grandi magazzini (su tutti Liberty e Harrods) dove perdersi un'intera giornata e uscire alla chiusura,stremati ma felici,non ha prezzo...
Un viaggio che ci porteremo nel cuore per sempre,coi bambini che sono stati due perfetti compagni di avventura,sfatando il mito (perlopiù italiano) che coi bambini non si può viaggiare!Londra sa sempre conquistarti con la sua bellezza e con la sua vita che scorre veloce tra le sponde del suo fiume,tra antico e moderno,tra regalità e democrazia.

* La borsa di Mary Poppins è il mio modo grazioso per rappresentare al meglio il contenuto della mia borsa che varia da cibo e bevande per soddisfare ogni voglia,a pannolini e salviette per il cambio,dai giochini salvatempo,alle creme di ogni genere,dagli occhiali da sole all'ombrellino parapioggia,dalla copertina che magari fa freddo,al telo da spiaggia che magari si fa un pic-nic e...infatti!

Double-Decker

Kensington gardens

Tower bridge

Neal's yard-Covent Garden

Carnaby street

Liberty

vetrine allestite a festa per il Royal Baby

Notting Hill

Harrods

Kensington Palace (a casa di William e Kate)

CUPCAKE ETON-MESS
Ingredienti per 12 cupcakes:
125 gr di burro-165 gr di zucchero semolato-1 cucchiaino di estratto di vaniglia-2 uova-185 gr di farina-2 cucchiaini di lievito-125 ml di latte-400 ml di panna-100 gr di meringhe-150 gr di fragole.

Lavorate il burro con lo zucchero,unite le uova e sbattete bene,incorporate la farina setacciata,il lievito,il latte e la vaniglia.Lavorate finchè il composto non sarà ben amalgamato e soffice.
Versate l'impasto nei pirottini e cuocete in forno a 160° per circa 20-25 minuti.
Montate la panna ben fredda e unite 1 cucchiaio di zucchero a velo setacciato,le meringhe spezzettate grossolanamemte e le fragole che avrete tagliato in piccoli pezzi.
Distribuite sui cupcakes quando saranno freddi e servite subito.




 

L'ORA DEL TEA Copyright © 2010 Design by Ipietoon Blogger Template Graphic from Enakei