mercoledì 4 settembre 2013

La mia Londra

Pubblicato da Federica


 “Quando un uomo è stanco di Londra è stanco della vita,perchè a Londra si trova tutto ciò che la vita può offrire" Samuel Johnson

Londra è la città che ho nel cuore,forse perchè ho imparato a conoscerla e amarla da adolescente sui banchi di scuola,forse perchè fu la meta della mia luna di miele e quindi l'associo ad un momento molto romantico della mia vita,forse perchè è stato uno dei primi viaggi importanti dei miei figli o forse perchè essendo nata in una grande città come Roma,respirare la metropoli tutto d'un fiato spesso mi manca.Abito da molti anni in una piccola città di mare e se questo può essere positivo per molti aspetti,spesso può avere il suo lato negativo,che per me è sicuramente quello di  far "assopire un pò la mente" confinandola nelle spesse mura del piccolo centro.Cosi tornare ogni volta a Londra non è solo una passione e una vacanza,ma è anche una boccata di ossigeno per il cervello.
Nel mio Diario di viaggio in Inghilterra avevo scritto che Londra meritava un post a parte,ed è cosi;ma cosa potrei mai aggiungere io dalle pagina di questo blog che non sia stato già scritto nei libri,visto nei film o cantato nelle canzoni?Provo dunque a raccontarvi "la mia Londra" facendovi respirare quella sua aria un pò snob e un pò trasgressiva,che solo qui credo sia possibile respirare rispetto alle altre città d'Europa.Il rosso inconfondibile dei bus a due piani,sui quali salire e scendere al volo,armati di passeggino,la borsa di Mary Poppins* a tracolla,la macchina fotografica i una mano e l'Oyster card nell'altra,diventa uno "slalom" contro il tempo e lo spazio,ma una volta che sei seduta e guardi fuori dal finestrino il percorso che avevi segnato diligentemente sulla tua cartina ormai consumata,sai che la tua vita è assolutamente e faticosamente perfetta!I parchi fioriti e ben curati,dove stendersi sull'erba verdissima per un pic-nic in assoluto relax è il premio alle tue lunghe camminate,le gite sul Tamigi sono il modo perfetto per vedere la città da un'altra prospettiva e poter passare sotto i suoi famosi ponti,i luoghi nascosti che puoi trovare solo se esci dai classici itinerari turistici,lasciandoti trasportare dai profumi e dal tuo sesto senso e poi i luoghi che hanno fatto storia come Carnaby street per i negozi alla moda o Abbey road dove diventa emozionante attraversare incolumi le famose strisce pedonali...44 anni dopo!
In questa calda estate inglese c'erano bandiere ovunque e vetrine in festa per celebrare l'arrivo del Royal Baby,i quartieri storici,quelli che non puoi non tornarci per la milionesima volta e che magari è meglio scattare un'altra foto,non si sa mai fosse venuta mossa...Premiarsi con un afternoon tea in una deliziosa sala da tea e infine darsi allo shopping folle nei grandi magazzini (su tutti Liberty e Harrods) dove perdersi un'intera giornata e uscire alla chiusura,stremati ma felici,non ha prezzo...
Un viaggio che ci porteremo nel cuore per sempre,coi bambini che sono stati due perfetti compagni di avventura,sfatando il mito (perlopiù italiano) che coi bambini non si può viaggiare!Londra sa sempre conquistarti con la sua bellezza e con la sua vita che scorre veloce tra le sponde del suo fiume,tra antico e moderno,tra regalità e democrazia.

* La borsa di Mary Poppins è il mio modo grazioso per rappresentare al meglio il contenuto della mia borsa che varia da cibo e bevande per soddisfare ogni voglia,a pannolini e salviette per il cambio,dai giochini salvatempo,alle creme di ogni genere,dagli occhiali da sole all'ombrellino parapioggia,dalla copertina che magari fa freddo,al telo da spiaggia che magari si fa un pic-nic e...infatti!

Double-Decker

Kensington gardens

Tower bridge

Neal's yard-Covent Garden

Carnaby street

Liberty

vetrine allestite a festa per il Royal Baby

Notting Hill

Harrods

Kensington Palace (a casa di William e Kate)

CUPCAKE ETON-MESS
Ingredienti per 12 cupcakes:
125 gr di burro-165 gr di zucchero semolato-1 cucchiaino di estratto di vaniglia-2 uova-185 gr di farina-2 cucchiaini di lievito-125 ml di latte-400 ml di panna-100 gr di meringhe-150 gr di fragole.

Lavorate il burro con lo zucchero,unite le uova e sbattete bene,incorporate la farina setacciata,il lievito,il latte e la vaniglia.Lavorate finchè il composto non sarà ben amalgamato e soffice.
Versate l'impasto nei pirottini e cuocete in forno a 160° per circa 20-25 minuti.
Montate la panna ben fredda e unite 1 cucchiaio di zucchero a velo setacciato,le meringhe spezzettate grossolanamemte e le fragole che avrete tagliato in piccoli pezzi.
Distribuite sui cupcakes quando saranno freddi e servite subito.




3 commenti:

Cuoca Pasticciona on 04/09/13, 10:07 ha detto...

Come sempre ci proponi foto meravigliose e deliziosi dolcetti che fanno gola solo a vederli in foto e impeccabili nella presentazione! Complimenti :)

Francesca D. on 16/09/13, 17:51 ha detto...

Cara Fede, i tuoi dolci sono sempre magnifici. Approfitto di questa visita per segnalarti l'uscita del mio primo romanzo: http://piccolosognoantico.blogspot.it/2013/09/le-stanze-buie-il-mio-primo-romanzo.html
Spero passerai a curiosare^^

Federica on 28/09/13, 13:09 ha detto...

@ Cuoca Pasticciona: grazie di cuore...cerco di fare del mio meglio,per me è un hobby ma anche una doppia passione,quella per i dolci e quella per le foto!!Fanno un grande piacere questi complimenti!!Un bacione.

@ Francesca: carissima grazie di cuore!!Passerò sicuramente,è una splendida notizia che mi riempie di orgoglio,brava!!Un grande in bocca al lupo intanto...

 

L'ORA DEL TEA Copyright © 2010 Design by Ipietoon Blogger Template Graphic from Enakei