giovedì 13 febbraio 2014

Shakespeare in love

Pubblicato da Federica 4 commenti

"Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni e nello spazio e nel tempo di un sogno è racchiusa la nostra breve vita"


Colui che meglio rappresenta la letteratura inglese,drammaturgo e poeta,autore di opere teatrali,non solo tragedie,ma anche commedie.Il poeta più conosciuto al mondo e tradotto nel maggior numero di lingue,quello di cui si è scritto di più e studiato;alcune delle sue espressioni linguistiche sono entrate nella quotidiana lingua inglese.William Shakespeare visse tra il XVI e XVII secolo periodo a cavallo tra il Medioevo e l'età moderna,sul trono di Inghilterra regnava Elisabetta I,la quale favori un periodo di fioritura artistica e culturale,sostenendo cosi "il Bardo di Avon",che trovò i consensi reali nella scrittura e nell'interpretazione teatrale delle sue opere,divenute oggi più famose della sua stessa vita.Nacque in un piccolo villaggio nel cuore dell'Inghilterra Stratford-upon-Avon,nella contea del Warwickshire,lungo il fiume Avon.Quest'anno si festeggeranno i 450 anni dalla sua nascita,un Inghilterra dunque orgogliosamente in festa,con tantissime celebrazioni e numerosissimi pellegrinaggi nella sua casa natale di Stratford-upon-Avon Shakespeare birthplace monumento nazionale,ora allestita a museo.Poco distante si trovano anche la Holy Trinity Church dove riposano le sue spoglie e l'Accademia teatrale sede della Royal Shakespeare Company.Fra tutte le sue opere probabilmente "Romeo e Giulietta" è la più amata,una delle storie d'amore più popolari e rappresentate del mondo,i personaggi caratteristici che in un certo modo anticipano le più moderne generazioni,i conflitti della società che ostacola i giovani,la capacità di parlare d'amore senza pregiudizi,la poesia raffinata e i risvolti filosofici seppure tragici,ne fanno un poeta amato anche dai più giovani,chi non ha visto almeno una delle trasposizioni cinematografiche o sognato difronte al balcone della casa di Giulietta a Verona,consumato le pagine di una copia del libro custodita gelosamente tra i preferiti e chi non ha trascritto una delle celebri frasi sul proprio diario facendola sua,magari dopo averla riletta sulla carta dei Baci Perugina...perchè infondo..."tutto inizia con un bacio"...



Clopton Bridge sul fiume Avon

Shakespeare Birthplace

Holy Trinity Church

CUPCAKES AI BACI PERUGINA
Ingredienti per 12 cupcakes:
100 gr di zucchero-100 gr di burro-100 gr di farina-4 cucchiai di cacao-2 uova-1 bustina di lievito-1 cucchiaino di estratto di vaniglia-125 ml di latte-10 Baci Perugina.
Ingredienti per la glassa al cioccolato fondente:
600 gr di zucchero a velo vanigliato-200 gr di burro-80 gr di cacao amaro-80 ml di latte-cuoricini di zucchero per decorare.

Sbattete le uova con lo zucchero fino a renderle spumose,unite il burro,poi setacciate la farina e il cacao ed uniteli al composto,sciogliete il lievito nel latte e mescolate per bene al resto dell'impasto finchè sarà tutto ben amalgamato e soffice;spezzettate grossolanamente una decina di Baci Perugina e uniteli al composto;riempite i pirottini di carta a 3/4 e infornate a 180° per 25 minuti.
Preparate la glassa setacciando lo zucchero a velo e il cacao,mescolateli poi al burro e lavorate a crema,unite a filo il latte,lavorate tutto finchè non risulterà omogeneo e soffice;inserite la crema nella sac a poche e decorate i cupcakes,guarnite a piacere coi zuccherini e...Felice San Valentino!!





lunedì 10 febbraio 2014

Tiriamoci sù...

Pubblicato da Federica 0 commenti

Recentemente la CNN americana ha decretato tra le 10 cose migliori che sappiamo fare in Italia,il Tiramisù,promosso dunque a dolce nazionale,tanto è vero che il 17 gennaio scorso è stata celebrata la giornata mondiale del Tiramisù!Un tripudio di cremosità al cucchiaio e leggerezza fatta di ingredienti semplici, è probabilmente tra i dolci preferiti di ognuno di noi ed ognuno ha la sua personale versione,anche se quella originale,che nasce esattamente a Treviso,prevede solo pochi e freschissimi ingredienti:tuorlo d'uovo,zucchero,mascarpone,biscotti savoiardi inzuppati nel caffè e una spolverata di cacao.
Gli stranieri che vengono a visitare il nostro meraviglioso paese lo fanno principalmente per tre motivi:l'arte,il clima e la cucina!E di ciò possiamo andare davvero fieri,molte ricette italiane hanno emigrato all'estero coi nostri antenati insieme alle loro valigie di cartone,lasciando tracce di italianità in giro per il mondo,basta pensare agli spaghetti o alla pizza e naturalmente i dolci,che meglio di chiunque forse ne sappiamo interpretare l'essenza golosa e la straordinaria verietà.
Ma quando i turisti,esperti viaggiatori di mondo, padroni della lingua inglese,armati di super-macchine fotografiche e più interessati degli stessi italiani,nei confronti delle meraviglie artistiche delle nostre città(li adoro e li stimo per tutto questo)quando poi si accomodano a tavola,hanno la stessa abilità nel saper ordinare un pasto all'italiana?La risposta è,il più delle volte,no.
Vi è mai capitato di vederli invertire l'ordine delle pietanze oppure bere birra a colazione,ordinare il contorno servito accanto alla pastaoppure ordi nare il cappuccino a fine pasto?A me spessissimo e inorridisco,nello stesso modo in cui inorridisco quando vado all'estero e vedo gli italiani ostinarsi a ordinare pasta e pizza per poi lamentarsi che non la sanno cucinare.A questo punto "spezzo una lancia a favore" dei paesi stranieri dove la loro cultura,differente dalla nostra,è ricca anche di prelibatezze culinarie che l'italiano deve avere l'audacia di assaggiare,senza pregiudizi,scoprirà stupendosi che anche all'estero sanno cucinare e mangiare,seppure in un altro modo .
Agli stranieri che visitano il Bel Paese consiglio la stessa cosa,ordinate i cibi nostrani e imparate a mangiarli.Ecco dunque che accorre in aiuto una piccola guida racchiusa in un'infografica da Italytraveller.com da mostrare agli stranieri,aiutandoli ad orientarsi con le nostre abitudini a tavola,cosi da gustare nel modo adeguato,una delle cose che gli italiani sanno fare meglio...cucinare!


CUPCAKES AL TIRAMISU'
Ingredienti per 12 cupcakes:
180 gr di burro-180 gr di zucchero-180 gr di farina-2 cucchiaini di lievito-3 uova-50 ml di latte-40 ml di caffè della moka.
Ingredienti per la glassa:
130 gr di burro-300 gr di mascarpone-160 gr di zucchero a velo-cacao amaro in polvere e chicchi di caffè ricoperti di cioccolato q.b.

Lavorate a crema il burro con lo zucchero,unite le uova,setacciate il lievito e la farina e unitele al composto,unite il latte e il caffè freddi e lavorate il composto finchè non sarà gonfio e soffice;riempite a 3/4 i pirottini di carta e infornate a 180° per circa 20-25 minuti;preparate la glassa al mascarpone lavorando il burro a temperatura ambiente con lo zucchero a velo setacciato,unite poi il mascarpone e decorate i cupcakes una volta cotti e freddi,spolverarate con il cacao e guarnite coi chicchi di caffè ricoperti di cioccolata.


 

L'ORA DEL TEA Copyright © 2010 Design by Ipietoon Blogger Template Graphic from Enakei